LOGLI

Una risposta a “LOGLI”

  1. Breve storia di un piccolo runner: Era inizio settembre 2016 quando il mio amico Paolone mi vede correre per le strade di Sesto Ulteriano e mi dice che ho un bel passo e se voglio correre con il suo gruppo di runner ( rimbarunner) così un po’ per gioco un po’ per correre in compagnia accetto anche se sapevo già che tra loro c’erano dei runner che avevano fatto già maratone e mezze maratone , io mi sentivo una schiappa e pensavo tra me e me cacchio quando riuscirò io mai a fare quello che hanno fatto loro! In giro di poco tempo mi son legato a loro come se fossero dei nuovi fratelli , perché questo è lo spirito dei rimbarunner , ho conosciuto persone splendide pronte a darmi consigli ,ad aiutarmi a migliorare le mie prestazioni sportive,così è stato nel giro di poco tempo tra infortuni vari ecc.ecc. Mi son detto se ci sono riusciti loro perché non farcela anche io ? Beh obbiettivo fissato era maratona di Milano ,ma c’era da lavorare sodo al che comincio ad allenarmi intensamente e dopo ennesimi infortuni riesco a fare la mia prima mezza maratona a Treviglio con il rimbarunner Max e il Pucci ,riesco a portare a termine la mia prima mezza con un tempo di tutto rispetto ,data l’età e gli acciacchi vari . Ok mi dico sono quasi pronto per la maratona alche comincio ad allenarmi per la regina ,trovo come socio di un lungo il Buitre ,compagno fondamentale per testare km ,stesso passo e stessa voglia di arrivare fino in fondo alla meta . Finalmente arriva il giorno della famigerata gara , ci accingiamo alla griglia di partenza ,ma nel frattempo ci eravamo un po persi di vista tutti i rimbarunner l’unico a fianco a me è Max ,cominciamo ad innervosirci perché avevamo appuntamento come detto in fondo alla griglia num. 8 ,Max mi dice logli tu comincia ad andare avanti a cercare il Buitre ,mio compagno di passo ,colui che mi doveva dettare i tempi per non strafare e rischiare di buttare al vento masi di allenamento ,trovato riusciamo a partire ,l’emozione e l’ansia era alle stelle . Pronti partenza e via alla gara ,cominciamo a tenerci dietro ai palloncini del 3;50 per tutto il tempo fino al 37km al che dico al Buitre se ne abbiamo cominciamo ad allungare ,ma purtroppo il mio socio comincia a dire che non sa se cè la fa ,allora incazzato comincio ad urlagli dietro di non mollare proprio ora è di starmi attaccato al culo ,spronandolo a mal parole dai cazzo ci siamo quasi manca poco ,invece lui mi risponde che non ne ha più e mi dice tu vai logli ,vai ,non me lo faccio ripetere più di due volte forse un po egoisticamente mi involo verso il traguardo ,forse azzardando un po per negligenza un po per istinto comincio ad allungare il passo a più non posso ,mi sentivo carico e le gambe strano ma vero stavano reggendo corro ,corro corro e vedevo sempre più vicino il traguardo e mi chiedevo sempre se mai ce l’avrei fatta o se mi sarebbe successo qualcosa prima del traguardo ,cacchio ultimo ponte prima dell’arrivo ,non lo avevo previsto penso sono fregato non c’è la farò mai ,qui è finita per me ,invece prendo fiato rallento la mia corsa per superare l’ultimo ostacolo ,ok ci sono ora sono in discesa e mi dico fra me e me Ale dagli dentro a più non posso e come va va ,intravedo il traguardo e comincio a dire cazzo c’è l’ho fatta ,taglio il traguardo è un nodo alla gola quasi mi fa piangere ,anzi una lacrimuccia mi scende lo ammetto ,ma la sensazione è bellissima ,forse avrei dovuto dare più sfogo alle lacrime ,la gioa di aver concluso una gran bella gara dopo tanti sacrifici era la ciliegina su la torta ,ma da solo non so se ce l’avrei fatta dietro tutto questo c’è l’aiuto di tutti i rimbarunner che hanno corso con me durante gli allenamenti e a coloro che hanno sempre creduto in me spronandomi e dandomi consigli ,questo lo devo anche a loro ai miei fratelli RIMBARUNNER tutti nessuno escluso . Vi ringrazio di cuore e scusate se mi sono dilungato nel mio racconto , vi voglio bene alla prossima .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *